Pupo censurato in Russia

“Ebbene si sono un sovversivo”, ha scritto il cantante Pupo su Facebook, dopo essere stato accusato dalla Russia di essere un rivoluzionario. Non a caso il suo ultimo singolo, Fuori dal gregge, cantato con l’artista russo Alan, è stato censurato. 

Si tratta della prima volta che la Russia, uno dei paesi in cui la sua musica è la più amata, decide di censurare un suo brano. Sui social scrive: “In Russia alcuni passaggi di Fuori dal gregge, il mio duetto con Alan, sono ritenuti dai media, tra cui la Tass, troppo estremi“. Ma il vero problema per il popolo russo scrive Ghinazzi è stato : “Parole come gregge e la pecora in maschera antigas del video non hanno passato le maglie della promozione e sono stati interpretati dai media come sovversivi“. In realtà il nuovo singolo di Pupo è molto ironico e ricco di metafore, e a suo modo anche provocatorio sul tema della battaglia contro il Covud-19, ma difficile da definire sovversivo.